Menopausa, per perdere peso serve la costanza

Quando le donne entrano in menopausa il primo risultato negativo spesso è veder aumentare il peso a causa anche di un variare del metabolismo. Abbiamo detto speso che non servono diete veloci, quando essere costanti nel tempo e ora arrivano i risultati di una ricerca medica americana a dimostrarlo concretamente.

Bando alle diete veloci che ottengono risultati paradossalmente peggiori

Sudore a menopausa

Perdere peso non è mai facile e dopo la menopausa potrebbe essere anche più difficile se non si segue una dieta con poca carne e formaggi. Si è più volte ripetuto che le diete che fanno perdere velocemente peso non sono consigliabili anche perché non sono sostenibili nel lungo periodo e non appena si cambia regime alimentare si riacquistano i kg persi. Un gruppo di ricercatori dellUniversità di Pittsburgh si è concentrato sulle donne in menopausa rilevando che i migliori risultati sono stati ottenuti aumentando il consumo di frutta e verdura riducendo al contempo ma non eliminando altri cibi, soprattutto quelli ricchi di grassi.

Nello studio, pubblicato di recente sul Journal of the Academy, sono state esaminate 508 donne in menopausa con problemi di obesità e sovrappeso ma senza altri problemi di salute come ipertensione, diabete e malattie cardiache. Sono state divise in due gruppi: il primo doveva seguire dei seminari che avevano lobiettivo di fornire informazioni sugli stili di vita salutari, l’altro invece doveva incontrarsi periodicamente con uno psicologo e un nutrizionista così come svolgere regolarmente attività fisica.

A distanza di 4 anni dallinizio dello studio sono stati esaminati i risultati. Dopo i primi sei mesi le donne che avevano perso più chili erano quelle che mangiavano meno dolci e cibi fritti, andavano di meno al ristorante e bevevano meno bevande zuccherate. Ma al termine dei 4 anni le uniche donne che erano riuscite a tenere il peso forma sono state quelle che avevano una dieta ricca di frutta e verdura e un consumo minore di carne e formaggi riducendo al contempo il consumo di bibite zuccherate e dolci.

La spiegazione sta nel fatto che quando si voglia ridurre i chili di troppo è bene puntare sui comportamenti efficaci sul lungo periodo e che diano regole alimentari certe. Non basta smettere di mangiare pasta e pane per due settimane oppure eliminare i fritti dalla nostra alimentazione, quanto piuttosto è meglio imparare a mangiare bene aumentando il consumo di frutta e verdura.

Come ad esempio in queste due ricette veloci che vi proponiamo. La prima sono le orecchiette con lenticchie per le quali servono (ovviamente per quattro) 300 grammi di orecchiette, 100 grammi di lenticchie, 150 grammi di pomodori, una cipolla e olio extravergine di oliva. Lessate le lenticchie in poca acqua, poi mettetele in una padella antiaderente insieme a cipolla, pomodoro, olio e pepe e ultimate la cottura. Lessate la pasta, scolarla, unirla alle lenticchie e servite. Un’insalata veloce e facile invece è quella con finocchi e noci per la quale ci servono 200 gr. di finocchi, 4 noci sgusciate, un cucchiaio di olio extravergine e limone. Pulite il finocchio, tagliatelo a e tritate le noci. Poi unitele e condite con l’olio e il limone spremuto.